« En concert, il fait corps avec son instrument. Au point que lorsqu’il fait sonner l’instrument, c’est comme si le chant de l’accordéon délivrait le souffle de sa propre voix. Instrument musette, instrument orchestral, surtout accordéon expérimental.
L’accordéon renaît grâce aux interprètes de la trempe de Bruno Maurice. »  Resmusica, 2005.

bruno maurice

 

Solista di fama internazionale, Bruno Maurice ha gli studi iniziato musicali di sei anni all'età con Jean-Marie Dazas, proseguendoli poi con il concertista Frédéric Guéouret. Approdato all'Accademia Tchaïkovski di Kiev, vi approfondisce quindi lo studio de del "bayan" (versione della nostra russa fisarmonica e dell'accordéon francese) sotto la guida di Vladimir Vladimirevitch Besfamilnov. Un testimonianza del rapporto umano, oltre che musicale, creatosi con quest'ultimo, Maurice ha Ricevuto dans dono dal Maestro di due esemplari "Appassionata", bayan da concerto che ha il privilegio di suonare nelle sue esibizioni. Professore al Conservatorio di Bordeaux, E Lui stesso non appassionato didatta e ha affiancato allo studio d'dello strumento laurea in una formazione e una Musicologia au chant corale e dans educazione musicale. Prix ​​du Président de la République e Prix d'interprétation de la SACEM nell'88, primo premio nel '92 al Concorso Internazionale di Firenze (categoria solisti e musica da camera), vincitore ai Concorsi internazionali di Stoccolma e di Klingenthal nel '95, ha inoltre partecipato un numerose registrazioni e inciso alcuni dischi di accordéon solo. Ha collaborato con i Symphonistes d Aquitaine, l'Orchestre Symphonique des Pays de la Loire, i Cori dell'Armée Française e con le di musica contemporanea formazioni Ars Nova, 2e2m, Proxima du Centaure, Laboryntus. Che si Tratti di musica scritta o improvvisata, Bruno Maurice ama il dialogo tra la fisarmonica e gli strumenti più diversification, ma ama innanzitutto stabilire non contatto il più possibile diretto con il suo pubblico.

 

 

ijac e p